Peperoni ripieni

  • Ingredienti

    Ingredienti per 7 peperoni rossi medi

    500 g di pomodori a cubetti (è meglio usare pomodori freschi, per quelli in scatola aggiungere un cucchiaino di zucchero)

    3 spicchi d'aglio

    60 ml di olio d'oliva

    200 ml di vino bianco

    500 g di carne di maiale magra, tagliata a cubetti di circa 1 x 1 cm

    250 g di riso (ad es. riso a chicco lungo)

  • Preparazione

    Cuocere il riso nei peperoni sembra qualcosa degno solo di magia gastronomica, ma le nonne di Alicante e Valencia, e sicuramente le loro nonne, erano molto esperte nelle tecniche di cottura dei “bajoques farcides” (peperoni ripieni). È un piatto che colpisce per il mix di sapori delicati.
    Prima però nessuno avrebbe immaginato che si potessero preparare nel kamado senza avvolgere i peperoni nella carta stagnola in modo che non perdessero umidità durante la cottura. Ecco la ricetta di Jonatan Armengol:

    Per prima cosa si prepara il ripieno. A questo scopo la carne viene messa sott'olio, ad es. B. fritto in una padella di ghisa fino a doratura. Togliere la carne dalla padella e far rosolare i pomodorini tagliati a cubetti per circa 5 minuti.

    Nel frattempo, il Kamado Monolith viene riscaldato a 250°C.

    Dopo circa 5 minuti sfumare i pomodori con il vino bianco. Una volta evaporato l'alcol, aggiungere la carne, mescolare bene e aggiustare di sale. Aggiungete poi il riso e fatelo rosolare per qualche minuto.

    Successivamente si taglia la parte superiore dei peperoni e si scava il baccello. Per fare questo, tutti i semi e le strisce bianche vengono accuratamente rimossi dall'interno del peperone. È meglio cuocere i baccelli in una pentola di terracotta, come una pentola romana, che si inserisce nel kamado in modo che gli aromi del fumo possano penetrare nei baccelli.

    Riempire i peperoni cavi con il composto di riso e carne e disporli in posizione verticale nella pirofila alta. È importante non spremere il contenuto, altrimenti i baccelli potrebbero scoppiare a causa del rigonfiamento del riso.
    Versare nella pentola l'acqua o il brodo di carne fino ad un'altezza di circa 3 – 5 cm. Con il Kamado non è necessario avvolgere le cialde nella carta stagnola, così otterranno il sapore affumicato che il Kamado conferisce loro.

    Rimettete la calotta sui peperoni e fissateli con qualche stuzzicadenti se necessario. Attenzione, se un peperone cade perderà parte del liquido interno e il ripieno non si cuocerà. Pertanto, è meglio posizionare nella ciotola il numero necessario di cialde in modo che si sostengano l'una con l'altra.

    Ora posizionate lo stampo di terracotta nel kamado caldo e cuocete per un periodo compreso tra 90 e 120 minuti a circa 200° C, a seconda della dimensione dei peperoni, della temperatura del kamado e del contenitore in cui vengono cotti - basta controllare il punto di cottura del riso in mezzo. Una volta cotto il riso, servite i peperoni nella pentola aperta in modo che non si raffreddino troppo velocemente.


    Buon appetito, godetevi i deliziosi sapori!

Una ricetta da: Jonathan Armengol

Jonatan Armengol è un giornalista, uomo d'affari, imprenditore e anche direttore del programma radiofonico “Comer a ciegas” in Spagna. Da qualche tempo è anche titolare del canale YouTubeIl Cammino del Fuoco.e allo stesso tempo il primo critico gastronomico cieco in Spagna.

È affascinato dalla gastronomia, ma soprattutto dalla sperimentazione con la brace, il kamado e tutto ciò che ad essa è correlato. Nel 2015 ha preso parte al programma culinario Cocineros al Volante, concorso che ha vinto insieme a Javier Brichetto.

pin_drop